Generale whiskey

Il sapore dei vecchi bourbon

Durante la mia vita ho assaggiato molte bottiglie di bourbon che avevano 50 o più anni, mi riferisco all'imbottigliamento ovviamente. Questi whisky hanno un sapore diverso dagli odierni prodotti con lo stesso nome. La domanda è: “Perché? Cosa rende queste vecchie bottiglie diverse?" Esaminiamo le sei fonti che originano il sapore e vediamo cosa possiamo scoprire.

Selezione Privata

Recentemente mi è stato detto dal rappresentante di una piccola catena di negozi di liquori che a loro non importava davvero cosa venisse imbottigliato nella loro selezione privata perché si vendevano a prescindere dal contenuto della bottiglia. Sembra che anche altre catene di negozi abbiano lo stesso atteggiamento. Sembrano scegliere le loro botti in base all'età e non alla complessità dei sapori. Sapendo che l'età vende perché preoccuparsi di cercare il meglio tra le botti offerte?

Carbonizzato Vs. Tostato

Il tipo di botte utilizzata per invecchiare un whisky ha un impatto radicale sul sapore del prodotto finale. Ci sono molti aspetti che fanno la differenza: la dimensione della botte, il tipo di legno, dove è cresciuto l'albero utilizzato per la produzione del legno, la situazione meteorologica durante l'invecchiamento, dove è stata posizionata la botte all'interno del magazzino, ma forse nessuna caratteristica ha un impatto maggiore rispetto al fatto che l'interno della botte sia carbonizzato o tostato.

Un jigger di buon senso

Negli anni Cinquanta Julian P. Van Winkle fece una campagna pubblicitaria che raccoglieva storie popolari che con la loro morale mostravano perché avresti dovuto bere il bourbon Old Fitzgerald. In seguito pubblicò una raccolta di queste storie raccolte nel pamphlet intitolato "A Jigger of Common Sense". Ho una fotocopia di questo opuscolo nel mio archivio. L'originale è posseduto dalla Diageo.

Come la warehouse incide sul whiskey

Era il 1821 quando venne posto in vendita per la prima volta del bourbon attraverso un giornale nel Kentucky. Ciò che rende il bourbon diverso dagli altri whisky è il metodo di invecchiamento realizzato in barili carbonizzati per aggiungere sapore e colore al whisky. Quando si invecchia il whisky per un determinato periodo di tempo è necessario prevedere un luogo in cui conservare i barili durante il processo di maturazione. Nasce così il magazzino "warehouse" per l'invecchiamento del whisky.

I 25 bourbon più importanti mai realizzati (seconda parte)

Continua in questa seconda ed ultima parte il nostro racconto dei bourbon che piu' hanno contribuito a creare la storia e la fama del bourbon nel mondo.

bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla

I 25 bourbon più importanti mai realizzati (prima parte)

Se un quarto di secolo fa tu avessi domandato ad un esperto di distillati di nominare i più importanti bourbon mai realizzati, loro probabilmente ti avrebbero chiesto se il whiskey prodotto negli Stati Uniti meritava un'analisi cosi dettagliata. Il bourbon era in crisi, non apprezzato e poco bevuto. Ma oggi, grazie al boom di inizio secolo ha cambiato marcia e il bourbon è probabilmente il distillato più discusso, ossessionante e richiesto al mondo.

MGP riduce l'ordine minimo per i mash bill personalizzati

Il 25 giugno 2018 MGP ha annunciato per voce di David Dykstra, vicepresidente del settore Alcohol Sales and Marketing, di aver ridotto l'ordine minimo di distillazione da mash bill di proprietà a 250 barili dai precedenti 1.000 barili.

Oltre a ridurre l'ordine minimo, MGP consentirà ai clienti di raggruppare gli ordini con altri produttori per soddisfare il requisito di 250 barili.

Pagine