Pubblicato il 4 aprile 2019
Bourbon whiskey Italia

Il tipo di botte utilizzata per invecchiare un whisky ha un impatto radicale sul sapore del prodotto finale. Ci sono molti aspetti che fanno la differenza: la dimensione della botte, il tipo di legno, dove è cresciuto l'albero utilizzato per la produzione del legno, la situazione meteorologica durante l'invecchiamento, dove è stata posizionata la botte all'interno del magazzino, ma forse nessuna caratteristica ha un impatto maggiore rispetto al fatto che l'interno della botte sia carbonizzato o tostato.

Pubblicato il 19 marzo 2018
Old Fitzgerald sour mash

Negli anni Cinquanta Julian P. Van Winkle fece una campagna pubblicitaria che raccoglieva storie popolari che con la loro morale mostravano perché avresti dovuto bere il bourbon Old Fitzgerald. In seguito pubblicò una raccolta di queste storie raccolte nel pamphlet intitolato "A Jigger of Common Sense". Ho una fotocopia di questo opuscolo nel mio archivio. L'originale è posseduto dalla Diageo.

Pubblicato il 11 marzo 2018
rackhouse header

Era il 1821 quando venne posto in vendita per la prima volta del bourbon attraverso un giornale nel Kentucky. Ciò che rende il bourbon diverso dagli altri whisky è il metodo di invecchiamento realizzato in barili carbonizzati per aggiungere sapore e colore al whisky. Quando si invecchia il whisky per un determinato periodo di tempo è necessario prevedere un luogo in cui conservare i barili durante il processo di maturazione. Nasce così il magazzino "warehouse" per l'invecchiamento del whisky.

Pubblicato il 27 dicembre 2018
I 25 bourbon più importanti mai realizzati

Continua in questa seconda ed ultima parte il nostro racconto dei bourbon che piu' hanno contribuito a creare la storia e la fama del bourbon nel mondo.

bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla bla-bla-bla

Pubblicato il 27 settembre 2018
I 25 bourbon più importanti mai realizzati

Se un quarto di secolo fa tu avessi domandato ad un esperto di distillati di nominare i più importanti bourbon mai realizzati, loro probabilmente ti avrebbero chiesto se il whiskey prodotto negli Stati Uniti meritava un'analisi cosi dettagliata. Il bourbon era in crisi, non apprezzato e poco bevuto. Ma oggi, grazie al boom di inizio secolo ha cambiato marcia e il bourbon è probabilmente il distillato più discusso, ossessionante e richiesto al mondo.

Pubblicato il 28 agosto 2018
Warehouse della MGP presso Lawrenceburg

Il 25 giugno 2018 MGP ha annunciato per voce di David Dykstra, vicepresidente del settore Alcohol Sales and Marketing, di aver ridotto l'ordine minimo di distillazione da mash bill di proprietà a 250 barili dai precedenti 1.000 barili.

Oltre a ridurre l'ordine minimo, MGP consentirà ai clienti di raggruppare gli ordini con altri produttori per soddisfare il requisito di 250 barili.

Pubblicato il 25 agosto 2018
Michter’s US*1 Toasted Barrel Finish Bourbon – 2018 Edition

Il 21 agosto la Micther's ha annunciato che rilascerà il primo lotto del suo US*1 Toasted Barrel Finish Bourbon – 2018 Edition (45.7% alc/vol) dopo più di tre anni dall'ultimo rilascio. Questo bourbon viene prodotto invecchiando ulteriormente un Michter's US*1 Kentucky Straight Bourbon in una seconda botte assemblata con delle doghe in legno fatte stagionare per 18 mesi all'aperto.

Pubblicato il 22 agosto 2018
Jack Daniel's Tennessee Whiskey

Questa domanda mi è stata posta molte volte e voglio cogliere l'occasione per cercare di dare una risposta esaustiva.

Jack Daniel's ha scelto liberamente di non definirsi bourbon, ma dal punto di vista legislativo ricade sotto le norme federali degli Stati Uniti che disciplinano la materia (North American Free Trade Agreement). Per cui “tecnicamente” è un bourbon.

Pubblicato il 20 agosto 2018
Bourbon whisky

Cosa succede quando invecchi il whisky per più di 15 anni in un tradizionale magazzino del Kentucky? La maggior parte se va in paradiso. Quando le distillerie prelevano i loro barili più vecchi, molti ne escono asciutti. Mentre i restanti contengono solo una piccola parte di ciò che è stato originariamente immesso.

Ma ciò che rimane spesso può essere venduto per centinaia, anche migliaia di dollari a bottiglia.

Pubblicato il 19 agosto 2018
Beam-Suntory's Booker Noe Distillery - Boston, KY

Nel 2014 Chuck Cowdery scriveva che “l'industria è molto concentrata, con solo otto compagnie che distillano tutto il whisky americano in tredici distillerie.” Che nel 2016 diventarono 10 compagnie e 15 distillerie.

Pagine