6 cose che (probabilmente) non sapete sul bourbon

National Bourbon Heritage Month

Nel 2007 il Senato statunitense ha votato per l'istituzione del National Bourbon Heritage Month da celebrare nel mese di settembre.
In onore di questa festa andiamo a rivedere i fondamentali del Bourbon.

 

1) Il bourbon è sottoposto ad un serio disciplinare
Per aiutare le distillerie a produrre migliaia di bottiglie con un aroma e colore ben definito, i whisky scozzesi ed irlandesi possono aggiungere coloranti ed aromi. Ma questo è totalmente illegale per il Bourbon. Quello che voi bevete dalla bottiglia è quello che proviene dalla botte (più una quantità d'acqua utilizzata per ridurre la gradazione). Il disciplinare del bourbon (uno dei più stringenti tra i distillati) richiede inoltre che esso sia prodotto negli Stati Uniti e con non meno del 51% di mais ed invecchiato in nuove botti di rovere bruciate.
Queste regole hanno dato al bourbon la reputazione di un distillato “onesto”. Nessun trucco, quello che bevete è quello che il distillatore ha fatto.

2) Il mio Scotch favorito potrebbe avere del Bourbon dentro di sé
Proprio perché il Bourbon prevede l'utilizzo di botti nuove, le distillerie non possono riutilizzarle. Di conseguenza molte di esse finiscono in Scozia dove i produttori di whisky le adoperano per i loro invecchiamenti. Si dice che dai 3 ai 5 litri finiscano per rimanere “intrappolati” nel legno delle botti e che questo Bourbon permei nello Scotch durante il processo d'invecchiamento dando un po' del suo sapore.

3)Le radici del nome “Bourbon” sono controverse
Una di queste proviene dalla contea di Bourbon, nel Kentucky (o da una regione della stessa contea). Molto probabilmente è vero, ma non entrate mai in questa discussione con un abitante del Kentucky per confutare questa tesi se tenete alla sua amicizia. Una parte degli storici ritiene però che probabilmente prende il nome da Bourbon Street a New Orleans, dove il whisky giungeva dal Kentucky percorrendo il Mississipi.

4) Molti Bourbon non dichiarano la loro età
Per molti Scotch è usuale dichiarare per quanti anni è stato invecchiato. Il Bourbon è un animale diverso. Durante l'invecchiamento i distillati acquisiscono colore e aromi entrando e uscendo dal legno della botte. La velocità di questo movimento dipende dalle temperature che ci sono nel luogo in cui è stoccata la botte. Dato che le temperature estive del Kentucky sono maggiori di quelle scozzesi le compagnie di distillazione del Bourbon ritengono che esso invecchi molto più velocemente. Molti distillatori sostengono che il bourbon invecchi da 3 a 4 volte più velocemente e sono dell'opinione che il bourbon tocchi il suo apice tra i 9 e 12 anni, periodo che viene considerato giovane per gli standard di molti Scotch.

5) Il bourbon deve provenire dagli US
Anche questo è per legge. Alcune persone pensano che il Bourbon debba provenire dal Kentucky. Questo non è propriamente corretto, ma la maggior parte delle distillerie sono in questo Stato.

6)Queste ultime cose faranno ridere di voi qualsiasi barman
*Chiedere ad un barman quanto è invecchiato il bourbon che state bevendo
*Ordinare un Bourbon con la Coca Cola
*Affermare che “bourbon” e “whisky” son due bevande differenti (tutti i bourbon sono whisky, non tutti i whisky sono bourbon).

 

 

Fonte: 
http://www.forbes.com/sites/sethporges/2012/09/28/6-things-you-probably-didnt-know-about-bourbon/#71971a8f285c

Commenti

Ciao,

purtroppo vivo molto piu' a nord (Sanremo), ma se ti va possiamo sentirci in privato per organizzare una degustazione, scrivimi all'indirizzo presente nei contatti.

Pagine